Terremoto, Ora la Zona Vulcanica di Campi Flegrei è Seriamente da Monitorare

La direttrice dell’Osservatorio Vesuviano Francesca Bianco, dopo il terremoto di magnitudo 6.5 avvenuto domenica mattina, ha dichiarato a Repubblica che la zona di Campi Flegrei è seriamente da monitorare.

La vasta area situata nel golfo di Pozzuoli, a nord-ovest della città di Napoli, è nota da sempre per la sua vivace attività vulcanica. A Campi Flegrei infatti, nella zona della Solfatara e di Pisciarelli, attualmente il livello di allerta è giallo.

Francesca Bianco ha spiegato chiaramente che: “Questa è l’unica zona da monitorare seriamente, anzi che monitoriamo con grande attenzione. Qui l’allerta è gialla, c’è un sollevamento molto lento di qualche decina di centimetri che va avanti dal 2005 e abbiamo anche un’importante variazione nella composizione chimica delle fumarole della Solfatara e di Pisciarelli. I parametri che non tornano possono essere un campanello di allarme. E abbiamo intensificato le nostre osservazioni. Il livello di allerta è un livello 2 su una scala di 4 (verde=base; giallo=attenzione; arancione=pre-allarme; rosso=allarme). Non è il terremoto che crea problemi, ma come l’uomo ha costruito nelle zone in cui avviene un terremoto. Noi siamo al nostro posto, incessantemente da 175 anni, ma occorrerebbe fare una sostanziale azione di messa in sicurezza del territorio a tutti i livelli, con un check up di tutti gli edifici e reali azioni preventive”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here