Volontariato di Protezione Civile ed abuso dei lampeggianti arancioni

protezione-civile-lampeggianti-arancio

Dopo aver analizzato in che modo si possano utilizzare lampeggianti blu su mezzi di soccorso ci è giunta richiesta di far luce anche sull’utilizzo dei lampeggianti giallo/arancione che molto, troppo, spesso si vedono svettare sui mezzi di Protezione Civile.

Come tutto ciò che riguarda il nostro mondo esiste una apposita norma del codice della strada che regola l’utilizzo di questi strumenti di segnalazione visiva e per esattezza si tratta dell’articolo 151 che così recita al riguardo:

Definizioni relative alle segnalazioni visive e all’illuminazione dei veicoli a motore e dei rimorchi:
p-septies. segnalazione visiva a luce lampeggiante gialla o arancione: il dispositivo supplementare installato sui veicoli eccezionali o per trasporti in condizioni di eccezionalità, sui mezzi d’opera, sui veicoli adibiti alla rimozione o al soccorso, sui veicoli utilizzati per la raccolta di rifiuti solidi urbani, per la pulizia della strada e la manutenzione della strada, sulle macchine agricole ovvero operatrici, sui veicoli impiegati in servizio di scorta tecnica.

La violazione di detta norma è regolata dall’art. 153 commi 9 – 11 che prevedono una sanzione da 38 a 155 euro e la decurtazione di 1 punto patente.

Quindi se non state guidando mezzi presenti nella lista sopra citata scordatevi il lampeggiante! Se il vostro veicolo di Protezione Civile non è stato immatricolato correttamente o se non risponde ai requisiti richiesti dall’art. 177 del Codice della Strada sappiate che siete in piena infrazione e le sanzioni cumulabili sono molto alte e possono confluire anche nel Penale!

 

2 COMMENTI

  1. Bene, se così recita il codice della strada, perchè la regione stessa si preoccupa di fornire mezzi, a dire del codice della strada, illegali? tengo a precisare tra l’altro che, I mezzi in questione vengono regolarmente revisionati e tutti I dispositivi supplementari vengono REGOLARMENTE inscritti nel libretto di circolazione.

  2. Credo fortemente che lo stato ti fa la strada per prosegiure, ma non il mezzo con cui percorrerla. Totale disorganizzazione. leggi ridicole, mancanza di verifica sul vero operato della protezione civile. Come sempre un sistema italiano fallimentare. Se nonc I fosse il volontariato si potrebbe anche chiudere. Avanti con il mangia mangia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here